FriendsPlus.me per pubblicare ovunque i post di Google Plus

Catturare l’attenzione della nostra utenza online, coinvolgerla emotivamente aggiungendo valore alle nostre conversazioni attraverso apporti testuali, visivi e dinamici come quelli video è il primo obbiettivo che ogni brand dovrebbe proporsi nel fare social media content curation. Perché non basta creare contenuti ex novo ma è necessario, filtrarne altri e condividerli per generare engagement.  Così, accade che un  social media marketing plan trova validi alleati negli strumenti che la stessa rete mette a disposizione, spesso nella versione free, come apri porta alle premium.

Dopo un estate accaldata, correndo dietro una mansione e l’altra in Hotel, vi sarete resi conto che mantenere i ritmi di aggiornamento che una strategia d social media marketing richiede, non è uno scherzo. La situazione non cambia  neanche qualora aveste uno staff con formazione social, e  tenere i riflettori accesi sulla vostra struttura ricettiva nei periodi di alta stagione diviene un notevole stress anche per i più esperti dipendenti. Allora, la soluzione?

Prima di proporne una, vorrei ancora soffermarmi , facendo riferimento a questo stralcio di articolo prelevato da Assodigitale.it ;

  “ La reputazione on-line, già un fattore determinante per l’integrazione in piattaforme come Tripadvisor e le OTA, sta diventando un fattore rilevante anche per Google e qui emerge la ragione per cui non solo dobbiamo lavorare per poter curare la nostra presenza all’interno dei social media con un intento di “immagine”, ma dobbiamo lavorare per dare voce alla “maggioranza silenziosa” di nostri ospiti al fine di indurli a recensirci positivamente così da trarne vantaggio anche per l’indicizzazione del nostro stesso sito …”

Semplificando, qui si è voluto esprimere  l’importanza  dello “ SMO” – social media optimization -, ovvero, la forte correlazione tra la presenza interattiva nei social media che risulta essere tra le migliori strategie per aumentare la conoscenza e, considerazione da parte dei vostri ospiti . Infatti, tale presenza favorirà reputazione e indicizzazione del vostro sito assecondando gli ultimi algoritmi di Google .

Dopo queste belle premesse, con cui non mi stanco mai di preparare il terreno all’intraprendere un social media marketing plan da parte di voi “ #albergatori “ – vi invito a cercare l’hashtag su googleplus-, come uno delle migliori strategie di comunicazione per aumentare visibilità e revenue per le strutture ricettive, veniamo alla soluzione paventata per ottimizzare i tempi di applicazione della vostra social media content curation.

Considerando l’aumento delle piattaforme sociali più utilizzate dall’utenza online, con una certa attenzione alla reale necessità per la comunicazione dell’Hotel, gli #albergatori sono stati spinti a lanciare il loro brand su diversi canali come; Google Plus Facebook e Twitter senza escludere Linkedin o Tumblr. I più accorti, però,  si saranno anche resi conto dell’esponenziale ascesa di Google Plus, la cui crescita è sicuramente stata trainata dalla totale integrazione di Youtube, gmail e places, ma soprattutto dal boom di Android in tutto il mondo con un utilizzo di oltre 450 milioni di persone. La notizia è stata resa nota già da qualche mese dalle statistiche di Brett Petersen, Director of Consulting fruibili su GlobalWebIndex.

Google Plus statistiche

Quindi ai tanti, che ancora credono all’onnipotenza comunicativa di una Fan Page di Facebook, e che in qualche caso pensano di avere un sito vero e proprio – il riferimento è assurdo ma empirico – vorrei proporre uno strumento come FriendsPlus.me. Perché? La risposta è semplice, perché dopo aver approfondito la conoscenza delle potenzialità di conversazione con le cerchie / potenziali utenti ospiti di Google Plus,  avere un account su FriendsPlus.me  vi permetterà di pubblicare i vostri post quasi contemporaneamente, da Google Plus agli account su Facebook, Twitter o  di Linkedin. Per qualcuno queste affermazioni sembreranno oltremodo celebrative per un social media che comunque non ha ancora superato Facebook ma chi si si ostinerà a trascurarlo, si troverà “col tempo” sicuramente svantaggiato, mentre qui vi sto fornendo lo strumento per esserne al passo.

In sostanza, basterà  settare le semplici impostazioni di FriendsPlus.me e poi non pensarci più! FriendsPlus.me controllerà automaticamente le vostre interazioni su di Google Plus inviando  il contenuto dei suoi post verso le reti di destinazione degli altri social media scelti da voi di default. Non importa quale metodo userete per inviare a Google Plus (web, app ufficiale, app di terze parti, ecc.) se sarà inviato a Google Plus e sarà pubblico, verrà condiviso di nuovo su tutte le piattaforme sociali impostate di default. A meno che, vorrete usare gli Hashtag  (#) per veicolare i post in esclusiva ; es. #ft indirizzerà solo verso facebook e twitter o semplicemente escluderne la ripubblicazione usando #noshare / #ns.

Per quel che riguarda le tariffe, FriendsPlus.me sembra essere realmente vantaggioso per una strategia di condivisione su più social media da distinguere dal cosi detto scheduling. Per quest’ultimo consiglio Hootsuite, altra ottima piattaforma gestionale che offre molti servizi e tra questi la programmazine automatica, fruibile  online e implementabile anche su desktop.

friendsplus.me costi

Come illustrato dall’immagine, FriendsPlus.me offre ottime premesse già nella versione free, rendendo possibile la ripubblicazione di ben 40 posts da Google Plus con uno scarto temporale tra i 10/180 minuti su i profili di default da voi scelti. Mentre i posts diventano illimitati nella versione standard per 2,99 euro al mese per un abbonamento di 29,99 euro all’anno e, i tempi, scendono a 1/10 min. Personalmente penso che FriendsPlus.me proponga costi ragionevoli rispetto alla concorrenza. Un dettaglio che lo contraddistingue e, vorrei sottolineare, è quello che questo strumento vi permetterà di ripubblicare sia i posts del “ profilo personale ” di Google Plus che quelle delle pagine, ben tre, messe a disposizione però dalla versione standard alla totalmente unllimited.

A parte qualche piccola accortezza, come, l’assicurarsi di mantenere il limite di 140 caratteri in mente per ripubblicare su Twitter usando uno o due brevi frasi per catturare l’attenzione e incoraggiarli a fare clic sul link, non ve ne saranno molte altre da tenere a mente poiché l’impiego di  FriendsPlus.me è realmente molto sempice. Ma consiglierei sempre di attivare l’utilizzo di questo strumento, sempre che non rientri in un social media marketing plan con comunicazione diversificate da piattaforma social ad un’altra il che, può riguardare brand diversi ma non quello turistico in cui i messaggi da far circolare riguardano generalmente  la visibilità di servizi, offerte, pacchetti, promozioni speciali, info-gastronomia, location eventi e attrazioni del luogo!

Concludendo, cari #albergatori cerchiamo di fare social media content curation arricchendo con metodo il materiale originale o, filtrato da altre fonti, prima di propagarlo attraverso le nostre pagine e profili social. In questo articolo si è voluto far capire l’importanza progressiva che Google Plus sta acquisendo, dandovi anche un valido “ strumento per facilitare una pubblicazione “ cross-media ” tra le varie piattaforme, senza escluderlo a  priori, dal vostro social media marketing plan. Purtroppo, la maggior parte di voi ancora incorre in questo errore mentre, noi web marketer, cerchiamo di mettervi al corrente sulle evoluzioni del wen 2.0 nei settori specifici di competenza. Darvi qualche suggerimento intelligente, partendo da una strategia comprovata e, considerando i limiti in cui ogni settore commerciale si muove, ci gratifica se poi ne riscontriamo l’adozione da parte vostra. Il tempo è un po’ tiranno per tutti e, forse, ottimizzando il vostro per mezzo di FriendsPlus.me potrete meglio curare la  qualità del materiale che andrete a proporre o condividere pubblicamente e, innanzitutto migliorare il customer engagement con potenziali o ospiti fidelizati; lo userete? Testimoniatelo cliccando QUI sul mio Google Plus brand profile!

 

1 thought on “FriendsPlus.me per pubblicare ovunque i post di Google Plus”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *